A 20 km da Ravenna si trova la Villa Romana di Russi, una delle ville rustiche meglio conservate dell’Italia Settentrionale. Gli scavi archeologici sono inoltre affiancati da un’area naturalistica di sicuro interesse, che presenta l’habitat tipico delle zone alluvionali.

Gli scavi alla Villa Romana di Russi hanno avuto inizio nel 1939 e hanno portato alla luce una tipica villa rustica di epoca romana. Nel periodo di massimo splendore la villa fu con ogni probabilità l’edificio principale di un vasto podere i cui prodotti agricoli e di allevamento erano destinati soprattutto agli uomini della flotta romana che, all’epoca di Augusto, erano stanziati a Classe (RA),

Si può osservare un impianto rettangolare, articolato intorno a due peristili, la zona notte si trova a nord, mentre nella parte a sud trova spazio la pars rustica con magazzini per la conservazione delle merci e un laboratorio per la lavorazione del vino. Sul lato ovest gli alloggi del fattore e dei servi. Molto interessante osservare le cucine, la stanza da pranzo e lo studio (cuore della casa, dove il dominus riceveva gli ospiti per il commercio dei prodotti). In una zona laterale, attualmente ancora non coperta da teloni, le terme, dove gli ospiti venivano accolti al loro arrivo, prima che accedessero alla domus. I mosaici presenti sono geometrici, in bianco e nero, e sono tipici dell’Italia Settentrionale del periodo I e II sec d.C., mentre i pavimenti in cocciopesto, osservabili a nord, appartengono alla fase più antica della villa.

Dopo l’abbandono, avvenuto si presume dopo il IV sec d.C. la Villa Romana di Russi fu utilizzata come sepolcreto, come cava per l’estrazione dell’argilla, come fornace nel Medio Evo, ed infine coperta da coltre alluvionale che ha raggiunto gli 11 mt di altezza. Per arrivare al sito si percorre infatti una strada in discesa: si tratta degli 11 metri di colmata.

Dal 30 marzo 2008 i mosaici della villa sono protetti da copertura, mentre ancora esposta alle intemperie è la zona della terme. I reperti asportati sono esposti nell’Antiquarium che il Comune di Russi ha allestito nella Rocca (in centro a Russi, non lontano dal sito archeologico), dove potrete osservare intonaci dipinti, oggetti di uso quotidiano in metallo ed in terracotta, vasi da mensa in ceramica e vetro. Per una visita all’Antiquarium telefonate  al 0544587641, per una visita alla Villa Romana invece 0544581357. Gli orari da aprile a settembre sono i seguenti: da lunedì a sabato 9.00-19.00, domenica 14.00-19.00.

Se siete in possesso della “Romagna Visit Card” potete usufruire dell’ingresso gratuito a questo splendido sito archeologico. Inoltre, sempre con la stessa card,  potrete usufruire di molte altre gratuità e di sconti in tutta la Romagna al costo di 17,00 euro a persona per l’anno 2018. Informatevi sulle opportunità offerte da questo strumento innovativo di promozione turistica consultando il sito www.romagnavisitcard.it