Sopravvive sull’Isola degli Spinaroni un arbusto protetto, l’olivello spinoso, che vi proponiamo in foto.  Inoltre l’isola fu sede della “battaglia delle valli” nel 1944.

In Piallassa Baiona, nella valle salmastra a ridosso di Marina Romea (RA), c’è un’isola detta “degli Spinaroni”: si raggiunge da Via San Vitale o da Via Romea Nord, imboccando Via Baiona a Porto Corsini (RA). Recentemente, dallo stradello di accesso, è stato istituito un servizio di “battane” (barconi a motorizzazione ibrida, elettrica e diesel) che dall’imbarcadero conducono gli escursionisti all’Isola degli Spinaroni.  Si chiama Isola degli Spinaroni dal nome dialettale attribuito agli arbusti, dotati di grandi spini, che un tempo ricoprivano quasi interamente il territorio vallivo. Un esemplare di questo arbusto, ormai specie protetta, sopravvive sull’isola: si chiama olivello spinoso. La quasi completa sparizione è stata causata dall’azione dell’uomo che ha imbrigliato il fiume Lamone entro arginature a mare, con conseguenti trasformazioni dal punto di vista paesaggistico. In particolar modo, le acque divenendo più salate hanno provocato cambiamenti nella flora e nella fauna locali, ora sono in corso di svolgimento progetti per il recupero della situazione preesistente.

Ma questo luogo viene anche ricordato per essere stato sede della Resistenza Partigiana Ravennate: nel 1944 la 28esima Brigata Garibaldi “Terzo Lori” qui si insediò e combatté quella che viene ricordata come “la Battaglia delle Valli”, che durò tre giorni e portò al blocco dei tedeschi sulla Reale tra Alfonsine e Mezzano e all’arrivo degli alleati da sud, che entrarono a Ravenna il 04.12.1944. Per info sulle escursioni in “battana” chiamate la Pro Loco di Porto Corsini al 054447399.

Tempo fa abbiamo avuto il piacere di essere accompagnati in gita dal Prof.re Ivano Artioli, Presidente  Provinciale ANPI di Ravenna, il quale è stato assolutamente brillante nel trasmetterci il suo sapere. E’ stato un piacere ascoltare il professore e i tanti amici in gita che conservavano memorie di parenti e/o amici che avevano preso parte ai fatti.

Fantastico lo spettacolo dell’avifauna: in questa stagione solo gabbiani ed aironi, ma in altri mesi dell’anno anche avocette, cormorani, anatre, gallinelle d’acqua, folaghe, il piro piro, e altro ancora. Una meraviglia anche il contrasto tra pineta San Vitale e zona umida: un ecosistema unico al mondo!

Consiglio dunque a chi ama la fotografia naturalistica di cogliere l’opportunità: la visita è prenotabile tramite ANPI al 0544408722 dalle 9.00 alle 12.00 oppure tramite Pro Loco di Porto Corsini (RA) al 0544447399 dal 15/7 al 30/9.  Quota di partecipazione 15,00 euro adulti, 5,00 euro bimbi fino a 12 anni.